fbpx

“Antropocene – L’Epoca Umana” arriva nelle sale italiane

Tempo di lettura 3 minuti

L’arroganza della razza umana nei confronti della natura. É con queste parole che si può riassumere il messaggio di “Antropocene – l’epoca umana”, che dal 19 settembre ha fatto il suo esordio in 26 cinema sparsi per tutto il paese. Immagini forti che ci mettono di fronte alle nostre responsabilità. Un pianeta distrutto, sovrasfruttato e sacrificato in nome del nostro comfort. Riprese che mettono a tacere chiunque sia ancora in grado di difendere l’operato della razza umana degli ultimi 75 anni. La mano dell’uomo è ormai visibile ad ogni latitudine del globo. Il suo delirio di onnipotenza sta mettendo in ginocchio l’intero equilibrio del pianeta. Il costo del progresso riassunto in 87 minuti di film che fanno riflettere.

Leggi il nostro articolo: “Sulle orme di Greta. Tutto pronto per la WeekForFuture”

antropocene

Il contesto del documentario

Il documentario è l’atto finale di una trilogia di Jennifer Baichwal, Edward Burtynsky e Nicholas De Pencier in cui i tre registi denunciano l’impatto che l’uomo ha avuto sulla natura. Dopo Manufactured Landscapes (2006) e Watermark (2013) un ultimo provocante e ultracritico messaggio per gli spettatori. L’Hollywood Reporter l’ha definito “un viaggio visivo senza precedenti”. Distribuito in Italia dalla Fondazione Stensen e Valmyn, il documentario ha partecipato a diversi festival di cinema indipendente internazionali tra cui il Toronto International Film Festival, la Berlinale, il Sundance Film Festival ed ha vinto l’Audience Award di CineAmbiente 2019.

Leggi il nostro articolo:”Minimalism: un documentario su ciò che è importante”

Cos’è l’Antropocene

Con il termine Antropocene si intende una nuova era geologica, quella in cui l’uomo e le sue attività sul pianeta hanno modificato i territori ed il clima. Questa nuova epoca, che segue cronologicamente l’Olocene, è caratterizzato da cambiamenti ambientali molto più rapidi rispetto a quelli avvenuti nelle ere precedenti. L’inizio dell’Antropocene viene identificato a partire dal 1945, anche se una parte di studiosi lo associa all’ inizio alla prima rivoluzione industriale. L’Antropocene è, tra le altre cose, caratterizzato da un notevole aumento della popolazione e dei consumi.

Trailer italiano di Antropocene

L’uomo ha da sempre modificato l’ambiente in cui vive, ma ciò che ha portato ad individuare una nuova era è la portata di questi cambiamenti capaci di creare, appunto, una nuova memoria geologica. Plastica, alluminio e cemento hanno già da tempo iniziato a lasciare le proprie tracce nei sedimenti. Per non parlare dei cambiamenti a cui è stata sottoposta l’atmosfera per via delle emissioni di gas serra. Da test nucleari di ogni tipo, capaci di rilasciare radionuclidi nell’aria, fino, ovviamente all’anidride carbonica e al metano che stanno scaldando il pianeta ad un ritmo mai visto prima. A questo va aggiunto l’aumento dei livelli di azoto e fosforo, altamente presenti nei pesticidi, oltre ad un visibile cambiamento nell’equilibrio dei più svariati ecosistemi del mondo.

Il viaggio di Antropocene

Le immagini del documentario sono state girate in tutto il mondo e portano all’attenzione dello spettatore tutta una serie di esempi su come l’uomo stia letteralmente saccheggiando il pianeta. Il primo viaggio ci porta in Africa, dai bracconieri di elefanti. Da qui ci si sposta a Norilsk, in Artide, dove è attiva la più grande miniera di metalli colorati, con relativo smaltimento tossico, del mondo. Le miniere di litio nel deserto dell’Atacama in Cile, quelle di fosfato in Florida, quelle di lignite e carbone di Immerath fino alle raffinerie chilometriche del Texas. Si prosegue passando per le foreste canadesi rase al suolo, le barriere erette in Cina contro l’innalzamento dei mari e la lenta ed inesorabile condanna a morte di Venezia.

Leggi il nostro articolo: “Soyalism: un documentario sulla distruzione

Tutta una serie di preoccupanti testimonianze che ci mostrano come luoghi una volta incontaminati stiano scomparendo per causa nostra, rovinando un equilibrio preesistente e rendendo intere aree del pianeta deboli e vulnerabili all’avanzamento dei cambiamenti climatici.

Dove vedere Antropocene

Il documentario è stato distribuito il 19 settembre nelle sale di tutto il paese. La lista completa:

  • Cinema Farnese – Roma
  • Cinema Madison – Roma
  • Cinema Nuovo Aquila – Roma
  • Cinema Anteo – Milano
  • Cinema Beltrade – Milano
  • Cinemino – Milano
  • Cinema Nuovo – Varese
  • Cinema Massimo – Torino
  • Cinema Vittoria – Bra (22 e 23/09)
  • Cinema Metropolis – Bassano del Grappa
  • Cinema MPX – Padova (20 e 22/09)
  • Cinema Astra – Trento
  • Cinema Garibaldi – Carrara
  • Cinema Stensen – Firenze
  • Cinema Gran Guardia – Livorno
  • Cinema Garibaldi – Poggibonsi
  • Cinema Garibaldi – Scarperia (19 e 26/09)
  • Cinema Azzurro – Ancona (23/09)
  • Cinema Eliseo – Cesena (23/09)
  • Cinema Astra – Parma (27 e 30/09)
  • Cinema Postmodernissimo – Perugia (23-24-25/09)
  • Cinema Arsenale – Pisa (dal 23/09)
  • Cinema Terminale – Prato (dal 26/09)
  • Cinema Ariston – Trieste (27/09)
  • Cinema Centrale Udine (27/09)
  • Cinema Arlecchino – Voghera (27/09)

Leggi il nostro articolo: “The True Cost: quanto costa davvero la moda”

Qui la pagina Facebook del documentario, con relativi orari per ogni cinema.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *